# Enable expirations ExpiresActive On # Default directive ExpiresDefault "access plus 1 month" # Images ExpiresByType image/gif "access plus 1 month" ExpiresByType image/png "access plus 1 month" ExpiresByType image/jpg "access plus 1 month" ExpiresByType image/jpeg "access plus 1 month" # CSS ExpiresByType text/css "access 1 month” # Javascript ExpiresByType application/javascript "access plus 1 year"

HOME   /  I VINI   /  I VINI: Rosato doc Irpinia

Rosato doc Irpinia - Macchia dei briganti

Vino Rosato doc Irpinia di uve Aglianico 100%

Rosato doc Irpinia: cenni storici

Rosato doc Irpinia Rosato doc Irpinia

   Il Rosato doc Irpinia era un vino poco usato negli anni indietro, ma ultimamente sta conquistando sempre più popolarità. Questo vino dal gusto molto delicato è stimato soprattutto dalle donne che restano spesso affascinate non solo dal gusto ma pure dal colore particolarmente tenue, verso il rosa, che per antonomasia è il colore femminile. È un vino che sta acquistando notorietà, anche se spesso viene ancora screditato perché visto come una via di mezzo tra il vino bianco e il vino rosso, come un qualcosa (come si usa dire) che “non è carne né pesce”.

 

   Ultimamente questo mito è stato sfatato pure dalla versatilità di questo grande vino, che se ottenuto da uve di “carattere” come l’Aglianico, si abbina di buon grado a diversi piatti che possono variare dal pesce alla pizza e dall’aperitivi ai dolci, e spesso rappresenta l’unica soluzione per l’abbinamento con quei piatti e cibi con i quali si fa fatica ad abbinare un vino rosso o un vino bianco. 

 

Esistono principalmente 2 metodi di vinificazione del Rosato doc Irpinia.

 

1)  Vinificazione in bianco: Consiste nell'utilizzare solo uva a bacca rossa, facendo fermentare il mosto senza le bucce, (o al massimo lasciato macerare insieme solo per poche ore) così che il vino prenderà un colore rosato anziché rosso.

 

2)  Misto di uve rosse e bianche: Con questo metodo si usano in prevalenza uve bianche con l’aggiunta di uve rosse in minor quantità in base alla gradazione del colore desiderata. Questo metodo si usa per lo più nella produzione di spumanti.

Rosato doc Irpinia: i nostri vigneti

Rosato doc Irpinia nei pressi di Lapio Rosato doc Irpinia nei pressi di Lapio

  I Vigneti da cui otteniamo il vino Rosato doc Irpinia col marchio Macchia dei briganti, si trovano esclusivamente nella zona di confine tra Montefalcione e l’areale di Lapio ad un’altitudine di circa 650 metri dal livello del mare. I terreni sono di natura argilloso-calcareo, situati sul dorso di una collina così che sono penetrati dal sole nell’arco di tutta la giornata. Questo permette una maturazione perfetta delle uve, le quali conferiscono al vino che ne deriva un profumo ed un aroma particolarmente  unico. Questo è uno dei motivi per cui consigliamo a tutti di assaggiare il nostro Rosato doc Irpinia..

 

   Un altro motivo per cui vi consigliamo di gustare il nostro Rosato doc Irpinia è che vi possiamo garantirne la genuinità e la salubrità, proprio perché produciamo questo vino non a livello industriale, ma a livello artigianale ed in piccole quantità. Vinifichiamo nella nostra cantina esclusivamente le uve provenienti dal nostro vigneto, che curiamo personalmente sin dalla potatura e fino alla vendemmia. Per questo, quindi, possiamo garantirvi che non siano stati usati prodotti chimici dannosi sia nei trattamenti fitosanitari sul vigneto, sia per il controllo delle erbe infestanti e sia nella vinificazione in cantina, cosa confermata pure da continue analisi di laboratorio che eseguiamo scrupolosamente su ogni annata.

Rosato doc Irpinia: caratteristiche organolettiche

Rosato doc Irpinia Rosato doc Irpinia

   Il vino Rosato doc Irpinia da noi prodotto con marchio “Macchia dei briganti” è ottenuto col metodo della vinificazione in bianco, utilizziamo esclusivamente uve a bacca rossa del vitigno Aglianico, quindi è prodotto da uve Aglianico 100%, scelte con cura nei nostri vigneti per separare quelle più adatte a dare un ottimo vino Rosato doc Irpinia, che si presenta dal colore rosa intenso con riflessi violacei.

 

   La vinificazione classica in bianco avviene separando immediatamente le bucce dal mosto all’atto della pigiatura. Il mosto poi fermenta  in serbatoi di acciaio ad una temperatura tra i 16-18°C per un tempo che oscilla tra i 10-12 giorni, in modo da ottenere una buona composizione aromatica, che si esprime con un gusto morbido e vellutato. Il suo profumo è delicato e ricorda molto la frutta fresca, come le ciliegie e i frutti di bosco, inoltre si percepiscono aromi di amarena e una leggera nota di fragola, di buona struttura, equilibrato, elegante. L’annata 2013 ha una gradazione alcolica di 13,5°.

 

   Tutte queste qualità lo rendono un vino adatto da bere come aperitivo o abbinato ad antipasti di pesce, pasta e risotti delicati, anche carni bianche o alcuni salumi delicati, proprio perché è prodotto da uve Aglianico 100%. Un altro ottimo abbinamento è quello con la frittura di pesce, ma si associa molto bene anche al sushi e ai crudité di pesce. Si consiglia di servirlo ad una temperatura di circa 8-10°C.

 

 

Mi presento: son “Rosato”

dalle donne il più amato

ognun d’esse s’innamora

quando vede il mio colore

rosa tenue o più marcato

ma dal gusto raffinato

Io mi sposo con il pesce

quello buono, si capisce!

con risotti delicati

carni bianche o affettati

e mi sento come un divo

nel servir d’aperitivo.

aperitivo-rosato-doc-irpinia aperitivo-rosato-doc-irpinia

 

 

Vini Macchia dei briganti - Contrada Fortuna 12 - 83030 Montefalcione AV - Italy - P.I. 02678180643


Crea il tuo sito Gratis, Facile e Professionale!
www.onweb.it

 

 

Facebook Facebook
Google + Google +
Twitter Twitter

 

 

Fiano di Avellino Fiano di Avellino
Rosato igt Rosato igt
Campi Taurasini Campi Taurasini
Fiano di Avellino docg Fiano di Avellino docg